admin May 18, 2018

Ma questo è tutto uno scherzo con una certa quantità di verità possibile. Seriamente, muzhiks, la Coppa di Russia è una spazzatura marcia. In esso v’è quasi nessun calcio, non si sono disposti per la comodità dei tifosi sugli spalti e tenendo conto della sicurezza dei giocatori scioccati. Provate a immaginare che cosa accadrà al Cherchesovym alla vigilia della Coppa del Mondo, se gelido Samara “Spartacus”, Dio non voglia, a causa della lesione perso qualcuno dalla nazionale. Ad esempio, Ilya Kutepov si spezzerà. Un altro difensore centrale della squadra. I creatori di Coppa di Russia e gli estensori del calendario di gioco, cadrà ai piedi di Vasili Berezutski? Ne dubito.

Nelle ultime due stagioni nella Coppa di Russia era solo uno positivo per il nostro evento di calcio nel maggio dello scorso anno, “locomotiva”, che ha avuto luogo nel mezzo inutile del tavolo Premier League, con lo scandalo e grida ha vinto il premio. Il fatto che questa coppa e biglietto a buon mercato in Europa hanno mantenuto Yuri Semin nel coaching posizioni, e poi guidare il rosso-verde tranquillamente costruito un’ottima squadra, che ora meritatamente in testa in Premier League e con successo ha continuato prestazioni nei playoff di Europa League.

Coppa ancora riflette magicamente sul destino del “Loco”, perché il Mercoledì prende forze “Spartacus”, mentre la “ferrovia” senza tensioni si stanno preparando per la partita principale della primavera, il derby di Mosca.

Vorrei lasciare la Coppa di Russia a Cherkizovo. Per una buona memoria. Nel resto – una piccola sciocchezza.

“Real” è sempre stato un club che ha amato ed è stato in grado di correre. La squadra ha una storia ricca e un certo numero di giocatori eccezionali che hanno contribuito a vincere 12 Coppe dei Campioni, 33 scudetti, due Campionati del Mondo Club, 19 Coppa di Spagna e così via.

Poche altre squadre possono vantare una tale serie di trofei e così tante superstar. Chi non ha giocato nel “Santiago Bernabeu”: Raul e Puskas, Haji e Woodgate. Registra le transizioni di Bale, Kaka e Figo. Il “vero” non è mai rimasto nell’ombra e ha sempre frusciato in tutto il mondo.