admin June 9, 2018

Il “Regno” Lukaku gioca in modo diverso, e molti dei momenti più belli della sua stagione d’esordio a Manchester non ha alcuna relazione con le funzioni classiche del post. Per le sue dimensioni, è veloce e tecnico, e mostra regolarmente questo: mosse non standard, sposta sul fianco, crea momenti da lì.

Lukaku è in grado di giocare con spalle alla porta che mai cerca di girarsi, nascondendo la palla, e poi il difensore è quasi impossibile fermarlo, o in attesa per lo spostamento al centro di Marcial, Lingard Reshforda o per giocare con loro in contatto e aprire un otvetku.

Lukaku abbastanza per vedere il passaggio sulla destra e un cross perfetto sul Reshforda nel primo turno contro “Huddersfield” al fine di capire il motivo per cui non può essere messo alla pari con i dinosauri, come Crouch e Carroll.

A differenza di Pogba e Alexis, il cui movimento nell’ultimo terzo della caotica, anche se con l’approvazione del coach, Lukaku diligente e si adatta ai partner. Lascia l’area di rigore per non perdersi sul campo, ma nel tentativo di trovare spazio di manovra.

La partita di Champions League fase a gironi con il “Benfica” sostituto Mkhitaryan prese posizione disegnato in avanti, l’ariete dalle profondità. Lukaku ha spostato a destra, quasi si apre sotto il trasferimento a qualcun altro la metà del campo e ha organizzato il fianco diverse situazioni promettenti.

La maggior parte del troll Lukaku per il suo gioco nelle partite importanti. L’assenza delle teste era la ragione per dire: Romelo è il killer perdente, e mostrarsi contro le cime è debole per lui. Tutto non è così ovvio.

Sì, non ha segnato il Tottenham nella partita del primo turno, ma è entrato nel bar, e poi ha fatto uno sconto assicurato a Marcial. L’abilità di Lukaku di giocare con i partner nell’attacco. L’abilità di Lukaku di giocare con i partner nell’attacco lo rende un prezioso promemoria per “MU”. La scorsa stagione Ibrahimovic ha agito nello stesso modo, ma lo svedese è troppo egoista e perde Lukaku in velocità e movimento.